La bozza di decreto del Ministero dell’Interno, che racchiude la regola tecnica integrativa del Decreto Ministeriale 246/1987 sulle norme antincendio negli edifici di civile abitazione di “altezza antincendi” pari o superiori a 12 metri, prevede novità in merito alla progettazione e ai requisiti delle facciate per la sicurezza dei condomini. Al momento il testo viene valutato dalla Commissione Europea, che deve verificare se le nuove regole sono in grado di ostacolare la libera circolazione dei prodotti da costruzione.
Antincendio, tempistica per le nuove norme

Le nuove norme antincendio saranno applicate, come già anticipato, per i condomini di nuova costruzione, mentre quelli già esistenti saranno tenuti ad adeguarsi:
Entro due anni dall’entrata in vigore del decreto ministeriale, per quanto concerne l’installazione degli impianti di segnalazione manuale di allarme antincendio (previste per altezza antincendi superiori a 54 metri) e dei sistemi di allarme vocale per scopi di emergenza (previsti in caso di altezza antincendi maggiori di 80 metri);
Entro un anno per le altre disposizioni, tra cui le condizioni per assicurare la sicurezza e una regolare evacuazione in caso di incendio.

Share This